06/07/2007

Sulla Strada

Posted in Lettura, Libri, Recensioni a 15:36:13 di JhacK

On the Road” è la più celebre composizione di Jack Kerouac ed è considerato il manifesto della “Beat Generation“.

8804487690.jpg

Benché sia considerato un capolavoro personalmente l’ho trovato davvero brutto da leggere. È sì scorrevole, ma noioso in quanto a trama e tematiche.

Vi possono essere diverse ragioni, tra le quali il fatto che lo stile di vita presentato è distante anni luce da quello che si vive o che si vede oggigiorno. Inoltre ai lettori non americani tutti i luoghi citati dicono ben poco, quindi la lettura diventa assolutamente piatta e risulta difficile distinguere un luogo dall’altro.

La trama non ha né capo né coda ed è fondamentalmente inconcludente.

I due personaggi principali, l’io narrante Sal Paradise e il compagno di strada Dean Moriarty, non sono altro che lo Kerouac stesso e Neal Cassady. Così come è triste e deprimente leggere le vicende narrate nel libro, parimenti lo è sapendo che Neal è morto a 41 anni praticamente lungo dei binari della ferrovia, dopo anni di alcol e farmaci, e Jack l’anno successivo, a 47 anni per cirrosi epatica.

Informazioni sul libro:

Titolo Originale On The Road
Editore Mondadori
Anno di prima pubblicazione 1959
Collana Oscar Mondadori
Pagine 389
Legatura brossura
Prezzo € 8,40
ISBN 978-88-04-55517-9
Annunci

5 commenti »

  1. Il vecchio Dean said,

    Premesso che “On the Road” va letto prima dei 18 anni, non si può evitare di dire che è un capolavoro assoluto e totale.
    A sapere dov’è Des Moines o Salt Lake City non ci vuole un mago e non bisogna neanche avere la carta verde.
    Sentire che “On the Road” è noioso è incredibile, ma d’altronde certa gente è giusto che si esalti col Signore degli Anelli.

    • daxxx said,

      Ritengo che se un libro è noioso, lo è a prescindere dal fatto di sapere o meno dove si trovino Des Moines o Salt Lake City. Diciamocelo senza peli sulla lingua: ‘On the road’ è un libro sopravalutato. E questa sensazione l’ho avuta a 17 anni, quando lo lessi per la prima volta, ed adesso che di anni ne ho 48 e mi sono preso la briga di rileggerlo. Alla fine della fiera non è proprio una questione del ‘Signore degli anelli’, che pur resta un buon libro…

  2. TRY said,

    ri senti un po’ ognuno ha i suoi gusti a certa gente puo anche nn piacere quello che leggi tu ma nn x questo devi insultarli, il signorre degli anelli è un capolavoro tanto quanto on the road ma probabilmente tu lo troverai noioso cmq qualcun altro trova noioso on the road…io li ho letti entrambi e mi sono piaciuti quindo come mi definiresti??

  3. JhacK said,

    Non valeva nemmeno la pena di rispondergli :).

    • daxxx said,

      Vabbè, dai… Uno che si presenta come ‘Il vecchio Dean’ una risposta la merita… Come dice l’adagio: ‘chi è causa del suo male, pianga se stesso’… O qualche cosa di questo genere.

      Buona lettura a tutti.

      Daxxx.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: