08/12/2006

La Spada di Shannara

Posted in Lettura, Libri, Recensioni, Riflessioni a 03:36:52 di JhacK

Sono ormai molti giorni che non scrivo sul blog, un po’ perché attendevo una risposta ai vari quiz, un po’ perché preso da altri impegni, in particolare un fastidioso progetto per un corso universitario (se non altro mi sta servendo per imparare ad utilizzare meglio LaTeX).

Ho finito da poco di leggere “La Spada di Shannara” di Terry Brooks (sito ufficiale, Wikipedia) quindi beccatevi la recensione!

Prima di tutto, la classica introduzione presa direttamente dal libro:

Il Signore degli inganni è tornato dal passato, minacciando la pace della gente di Valle d’Ombra. E il saggio Allanon accorre da lontano per svelare a Shea la nobiltà delle sue origini e i misteri della magia. Perché solo Shea potrà conquistare la mitica spada di Shannara, il talismano capace di sconfiggere il Male e di restituire agli uomini la libertà, la concordia e la verità. L’eterna guerra tra il Bene e il Male si rinnova in questa avvincente storia ambientata nelle incantate Terre del Nord, dove si avverano i sogni e le leggende. Il romanzo che inaugura la più spettacolare saga “fantasy” degli ultimi anni.

spadadishannara.jpg

Se non si fosse già intuito dal titolo o dall’introduzione si tratta di un romanzo fantasy, ambientato in un futuro post-apocalittico originato dalle Grandi Guerre che hanno sconvolto il mondo sotto ogni aspetto, sia riguardo alle civiltà, sia riguardo alla morfologia stessa dei continenti. Quanto detto l’ho capito solo ora guardando su Wikipedia una descrizione generale della Saga di Shannara, che comprende molti altri libri.

Purtroppo ho letto questo libro avendo alle spalle buona parte delle opere di Tolkien (Il Signore degli Anelli, Il Silmarillion, Lo Hobbit, Racconti Incompiuti, Racconti Ritrovati, Racconti Perduti) e sono rimasto abbastanza deluso dalla trama di questo romanzo, soprattutto per le analogie con “Il Signore degli Anelli”, precedente rispetto all’opera di Terry Brooks di una trentina d’anni.

Detto in breve, entrambi narrano di un improbabile eroe originario di una piccola e mite comunità che viene coinvolto da un mago nell’impresa di sconfiggere un “signore del male” aiutato da un artefatto magico. L’eroe deve lasciare naturalmente il suo paese accompagnato da alcuni suoi amici ed inseguito da emissari del “signore oscuro”, finché non viene presa da un consiglio la decisione che debba spingersi insieme ad un gruppo di compagni eterogeneo, in quanto a razze ed abilità, fino al cuore del reame del “signore del male” per poterlo annientare.

Non voglio dire che sia un plagio, altrimenti sarebbe facile fare discorsi analoghi per molti libri di generi ben più definiti come possono essere i libri gialli.

Rimane comunque una lettura piacevole e scorrevole per chi vuole addentrarsi in un nuovo mondo, ma consigliabile preferibilmente a chi non ha mai letto nulla di Tolkien!

Informazioni sul libro:

Titolo Originale The Sword of Shannara
Editore Mondadori
Anno di pubblicazione 1977
Collana Oscar bestsellers
Pagine 612
Legatura brossura
Prezzo € 8,40
ISBN 8804376554
Annunci

7 commenti »

  1. S. said,

    No, assolutamente non è un plagio.
    E’ un riassunto.

  2. JhacK said,

    In effetti è lungo praticamente la metà de “Il Signore degli Anelli” 😀

  3. Landar said,

    dunque… io ho letto sia il Signore degli Anelli che la Spada di Shannara.
    Non è la prima volta che in altri generi e anche in questo, le trame si assomigliano: direi che è facile che accada considerando che per alcuni generi vi sono alcune caratteristiche nella trama necessari a che siano inquadrati negli stessi. Ciò vale per i su citati casi riguardanti i libri gialli come per moltissimi altri romanzi del genere fantasy… ma guarda caso solo a T. Brooks è rivolta continuamente l’accusa di plagio: credo che sia perchè è tanto bello il suo romanzo da essere il più somigliante al SdA, mentre gli altri, o sono riusciti ad essere più originali nella trama, o non sono stati così bravi a scrivere!

    Ma detto questo… è innegabile l’incredibile fantasia e bravura di Tolkien nell’inventarsi tutto da zero e creare un nuovo genere, però nel suo romanzo (tanto per dirne un po’) l’introspezione psicologica dei pg è quasi assente, la trama si svolge lentamente… Questi sono tutti particolari che invece in Brooks sono molto ben curati, e poi basta con la storia del plagio riferendosi alla Spada, dopo quel romanzo ha proseguito la saga andando sia avanti che indetro temporalmente, creando un universo articolato e ben fatto, DIVERSO dal mondo di Tolkien e cmq collocando il tutto nel futuro e non nel passato o in una specie di medioevo parallelo.

    Giungendo ad essere altro da Tolkien, bravissimo nello scrivere e, a mio modesto parere, più avvincente. Leggetevi i Figli di Armageddon, parla del mondo al tempo delle Grandi Guerre citate nella Spada: e poi ditemi se Brooks si è limitato a restare nel solco tracciato dal fondatore del genere…

  4. Barbara said,

    non so chi tu sia.volevo solo dirti che anch’io ho alle spalle tutti i libri di Tolkien….ciò non toglie che TERRY BROOKS èun genio…..perchè bisogna fare stupidi paragoni,dettati da pregiudizi e luoghi comuni?

  5. JhacK said,

    @Barbara: nemmeno io so chi tu sia, però se vuoi parlare i miei contatti li trovi nella pagina “Contatti” :). Per quanto riguarda la recensione, ho solamente fatto notare le somiglianze; non voglio assolutamente dire che sia un plagio, anzi. Non mi sembrava un confronto stupido, visto che ho cercato di motivarlo. Rimane il fatto che sia comunque fisiologico che, maggiore è l’astrazione da una storia, maggiore è il numero dei libri abbracciati dal concetto per il quale si astrae. Con questo voglio dire che, scendendo nei particolari, i due libri non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro.

  6. […] fantasy: ad esempio, mi riferisco ai romanzi di Tolkien, alla saga di Dragonlance e al libro “La Spada di Shannara“. Tuttavia, non mi ha provocato in alcun modo quel senso di fastidio che provo a legger […]

  7. luca said,

    mi piace molto il libro e spero che sia bello perché mi sa che è bello o lo già detto che e bello


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: