25/10/2006

The Answer to Life, the Universe and Everything

Posted in Computer, Improbabilità, Informatica, Lettura, Libri, Recensioni, Riflessioni a 09:22:16 di JhacK

Forse vi sarete chiesti cosa significhi il titolo di questo blog, cioè “Blog ad improbabilità infinita“, e il sottotitolo, “L’unico blog che può trasformarvi in una balena o in un vaso di petunie“.

Beh, non guardate me, è colpa di Douglas Adams! Chi è Douglas Adams!? Ma dove vivete!? È, o meglio era, uno scrittore diventato famoso col libro “The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy“, in italiano Guida Galattica per gli Autostoppisti“.

Douglas Adams

(clicca per ingrandire)

Credete che non sia così famoso? Provate a cercare su Google esattamente la frase “the answer to life, the universe and everything” (i più pigri clicchino il naso :D)

Bene, se avete letto il risultato della calcolatrice di Google siete a conoscenza della risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Scusate, ma è una piccola vendetta, perché anche a me, a suo tempo, è stata rivelata prima che leggessi il libro :D. Comunque state tranquilli, perché conoscerla non vi rovinerà assolutamente la lettura e poi così vi ho sicuramente incuriosito riguardo la domanda che prevede tale risposta. Non cercherò più di fregarvi, leggete pure, tanto la domanda non ve la rivelerò, anche perché sarebbe estremamente pericoloso. Vi starete chiedendo di cosa tratta questo libro. Credetemi, è molto difficile spiegarlo: lo definirei un libro di fantascienza-comica, anche se è comunque riduttivo, poiché tratta temi quali la filosofia e la teologia, semplicemente narrando le vicende che accadono ad un inglese, tale Arthur Dent.

Questi si sveglia una mattina e scopre che la sua casa deve essere abbattuta per far spazio ad una nuova strada; sicuramente una notizia orribile, ma non è nulla in confronto a quello che gli rivela un amico di vecchia data, Ford Prefect: il pianeta Terra, nel giro di pochi minuti, sarebbe stato distrutto da una flotta di navicelle demolitrici perché situato in un punto attraverso il quale era in progetto di far passare un’autostrada iperspaziale. Se ciò accade è colpa dei terrestri, che non si sono curati di presentare un reclamo presso il Dipartimento Viabilità di Alfa Centauri, dove l’avviso di demolizione era disponibile per la lettura già da 50 anni terrestri. Come avverte la voce di un addetto alle demolizioni, diffusa su tutta la Terra tramite particolari altoparlanti, Alfa Centauri dista “solo” 4 anni luce e se i terresti non si sono presi la briga di recarvisi, peggio per loro!

Questo è solo l’inizio della storia e se già questo vi pare assurdo, dovreste scoprire cosa accade dopo!

Oltre ad essere un libro culto, l’ho trovato brillante, assurdo, umoristico, paradossale, soprendente, surreale, delirante. Forse è l’umorismo prettamente inglese a non farlo amare proprio da tutti :).

Come ho già detto, non è solo un libro fantascientifico-comico, ma soprattutto una satira sociale in cui l’autore si limita a proporre delle situazioni senza pretendere di giudicarle o condannare i comportamenti grotteschi che possono avere i personaggi. Al lettore è lasciata la libertà di farsi una propria opinione o di accettare i fatti semplicemente per come vengono esposti.

La Guida Galattica è il primo della cosiddetta “trilogia in cinque parti“, che si completa con i successivi quattro libri:

Vari elementi introdotti nel primo libro trovano spiegazione solo nei seguenti ed è estremamente piacevole scoprire a posteriori il perché di tutte le cose assurde che accadono nel primo: una fra tutte perché un vaso di petunie in caduta libera sulla superficie si metta a pensare “Oh no, non un’altra volta!“.

Vi deve essere tornato alla mente il sottotitolo e vi sarete accorti che non vi ho ancora spiegato da dove derivi, così come per il titolo bel blog? Non lo farò…sorry…dovete leggere il libro! 😛 Non ditemi che vi spaventa la lettura: è un libro che si legge tutto in un fiato e poi in varie edizioni è chiaramente riportata sulla copertina una scritta rassicurante “DON’T PANIC!

douglasadams-hitchhikersguidetothegalaxy.jpg

(clicca per ingrandire)

Credetemi, vi piacerà! 😀

Annunci

7 commenti »

  1. Wow!
    Godo!
    1. Perchè la guida per autostoppisti è sempre sul mio comodino

    2. xkè hai messo i link in italico e in anglosassonico! (a volte protestare serve!)

    Grazie!

  2. JhacK said,

    @Sasà Anarchia: mi dispiace deluderti, ma questo post lo avevo scritto prima della tua protesta e comunque la citazione in due lingue qui viene naturale :D.

  3. Doh!

  4. Alphaorionis said,

    adoro la trilogia in 5 parti…unica pecca è “praticamente innocuo” decisamente impossibile da trovare tradotto in italiano…..uff……………………..qualcuno sa darmi qualche dritta utile?……

    • fabio/peo said,

      aargh dopo tanto tenpo dal tuo post del2007 ora che siamo nel2010 nn hai altre notizie?
      anchio cercherei l’edizione italiana….

  5. Fabio said,

    Ho cercato di rendere omaggio al grande Douglas con un racconto ispirato alla comicità dei suoi romanzi. Andate a leggerlo!!!…
    http://www.grifabio.it
    (nella sezione letteratura)

  6. veramente molto interessante questo argomento…. mi piace tantissimo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: