12/10/2006

GoogleOffice

Posted in Google, Informatica, Recensioni, Web, Web 2.0 a 00:27:43 di JhacK

E così siamo arrivati all’unione di Google Spreadsheets, il foglio elettronico sviluppato direttamente da Google, e Writely, un editor di documenti via web acquistato in precedenza.

docsslogo.gif

Nasce dunque Google Docs & Spreadsheets!

Questa applicazione ha la caratteristica di poter essere utilizzata completamente in remoto senza la necessità di salvare alcunché sul computer che si utilizza e permette di condividere i file prodotti, esportandoli nei formati più noti, quali .doc, .xls, .rtf, ecc.

Indagando nell’help del servizio, leggo che si possono produrre documenti di dimensione massima pari a 500KB (più 2MB di immagini incluse) e i fogli elettronici hanno le limitazioni di 10.000 righe, 256 colonne, 50.000 celle o 20 fogli. Il servizio è ancora in beta, quindi è possibile che questi limiti subiscano variazioni in futuro.

Cose che si possono fare con i documenti:

  • creare documenti nuovi o importare documenti creati con Word, Writer (OpenOffice), RTF, HTML o testo semplice;
  • formattare i documenti attraverso l’interfaccia WYSIWYG, controllare la sintassi, ecc.;
  • ritornare a qualsiasi versione precedente dei documenti prodotti;
  • invitare altri utenti a collaborare nella creazione del dei documenti;
  • pubblicare i documenti direttamente online come pagine web o post in blog;
  • esportare i documenti in Word, OpenOffice, RTF, HTML, PDF o zip.

Cose che si possono fare con i fogli elettronici:

 

  • importare i documenti nei formati .xls, .csv e .ods;
  • utilizzare le caratteristiche di navigazione e di editing delle interfacce di fogli elettronici quali Excel e Calc (OpenOffice) ;
  • esportare i documenti in .xsl, .cvs, .ods, .pdf e .html;
  • chattare in tempo reale con altri che stanno editando i documenti.

I dubbi che mi crea questo servizio sono almeno un paio: innanzitutto i limiti intrinsechi dell’utilizzo del web, ovvero la lentezza delle connessioni. Nel mio caso, una ADSL Alice 20MB, non si sente nemmeno tanto, ma non voglio immaginare con connessioni più lente come potrebbe risultare editare documenti interamente online. Si consideri che vi sono frequenti comunicazioni via AJAX tra il client e i server di Google.

In secondo luogo temo per le questioni legate alla confidenzialità dei dati che viaggiano dal computer di casa ai server di Google e viceversa. Non parlo dell’accessibilità diretta ai documenti, la quale è protetta da un username e da una password, ma della trasmissione degli stessi che, a prima vista, avviene tramite una normale connessione http insicura e si presta ad essere “sniffata” (smentitemi se mi sbaglio).
In tutti i casi, come molti applicativi sviluppati da Google, resta comunque un gran bel prodotto che si presta ad interessanti sviluppi futuri e possibili integrazioni con altri servizi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: